Scuola primaria

Carmen

Coordinatrice didattica e classe quinta

Maria

Classe prima

Alessandra

classe seconda

Chiara Frigerio

classe terza

Patrizia

classe quarta

Maria Angela

insegnante di sostegno

Debora

Insegnante di sostegno

Henri Olama

Insegnante di sostegno

Giulia

inglese e laboratori

Erin

Laboratorio di inglese

Laura

Laboratorio di inglese

Le classi

Molto luminose le classi sono attrezzate con la LIM e con tutti gli strumenti per una didattica avanzata.  Attraverso un ampio corridoio, elegantemente arredato per un'introduzione confortevole alle attività didattiche, si accede alle classi.

La biblioteca

Uno spazio particolarmente bello è dedicato alla biblioteca (ancora in fase di completamento). Collocato nella torre, è il luogo dal quale si gode una vista panoramica sul quartiere e sulle montagne a nord. In questo luogo si svolgono le attività particolari, di studio personalizzato, di informatica, di lingua inglese e di lettura.

L'orto

L'orto è uno spazio dedicato all'attività di coltivazione di piccoli ortaggi e frutta. Laboratorio all'aperto è offerto sia alla scuola dell'infanzia che alla primaria. Molto amata dai bambini e seguita da un esperto, l'attività nell'orto consente il contatto diretto con la natura, la meraviglia per i processi della crescita, lo sviluppo dell'osservazione scientifica e l'incremento della capacità di attesa dei tempi e delle stagioni. L'uomo fa tutto quel che è necessario per la crescita dei frutti, ma non tutto è in mano sua. Vi è sempre un fattore di imponderabilità... proprio come nella vita!

La mensa

 Il servizio mensa è affidato a una società di catering accreditata che garantisce qualità del servizio nel rispetto della normativa di legge.Lo spazio è molto luminoso aperto sul cortile. In due turni diversi e in apposite aree viene utilizzata sia dalla materna che dalla primaria. A tavola insieme ai bambini si sono sempre anche le maestre che contribuiscono a rendere l'ora dei pasti un diverso momento educativo. I bambini vengono invitati a svolgere piccoli lavori di  autogestione che incentiva l'iniziativa e lo spirito di servizio.

Cortile

Il cortile è lo spazio dedicato al gioco che nella nostra scuola è guardato con particolare attenzione. Il gioco all'aperto in particolare crea delle condizioni di relazione molto diverse da quelle in classe e svela dinamiche interpersonali indispendabili per capire gli studenti. È anche il luogo delle relazioni fra età diverse e classi diverse.

Giardino

Il giardino costituisce uno spazio verde alternativo al cortile per giochi più rilassanti. Leggermente rialzata, c'è la statua della Vergine Maria ai cui piedi sgorga l’acqua della fontana fiorita. È lì per ricordare sempre a tutti a chi affidiamo la protezione della nostra scuola. Il verde intorno ad essa è anche uno spazio prezioso per i genitori nei momenti di attesa o di incontro.

Attività e laboratori

Partendo proprio dal nome "laboratorio" viene naturale pensare al lavorare a un luogo dove si "fa": si dipinge, si impasta, si ritaglia, si costruisce...

L'elemento principale del laboratorio è il fare, ma non un fare fine a se stesso; un fare in grado di chiarire, dando soddisfazione, insomma un'esperienza.

In qualsiasi laboratorio il bambino deve riconoscere un orizzonte, un obiettivo al quale tendere, costruendo, disegnando e attivandosi in qualsiasi modo.   

Nel laboratorio si lavora come in una bottega, nella quale il maestro è a fianco all'apprendista, non in cattedra, ma nella sedia accanto per rendere ancora più bello il suo lavoro. Si opera nella certezza che il discepolo deve superare il maestro. Il maestro indica il cammino, ma lascia che il cammino lo faccia l'allievo.

Durante le ore di laboratorio il bambino attraverso l'attività del "fare" sostiene o crea le basi per poter consolidare le proprie conoscenze, abilità e competenze.

National Parks in the United States of America

In questo laboratorio i bambini accompagnati dalle insegnanti di inglese faranno un viaggio nei National Parks degli Stati Uniti d’America. Sarà un viaggio per diventare veri “rangers” scoprendo la bellezza della natura nelle sue più svariate forme… dai gelidi territori dell’Alaska, alla potenza dei vulcani delle Hawai, dalle silenziose sequoie alla calma dell’oceano Atlantico.

Campanili d'Italia

Il laboratorio parte da un lavoro sull’importanza dei campanili in Italia. Ogni paese ha un campanile che è segno di un popolo unito, di una comunità. Ogni paese, in Italia, ha il suo campanile che scandisce la vita della popolazione. Per cui il soggetto si presta per un laboratorio multidisciplinare:  Storia (Le campane suonavano per avvisare la popolazione di un pericolo o quando succedeva qualcosa di importante); Italiano (i proverbi sui campanili, i modi di dire, le poesie, ecc...).

Dopo essersi appassionati ai campanili, averne capito l’importanza, i bambini attraverso un lavoro di geometria solida costruiranno, guidati dalle maestre del laboratorio, un campanile per ogni regione italiana. Costruire solidi permette ai bambini di sperimentare che superficie, volume, lato,  angolo, sono parole necessarie per un vero lavoro di “bottega”. La conclusione del lavoro sarà una Mini-Italia con un campanile per ogni regione (Geografia).

Questo lavoro è proposto a tutte le classi, dalla prima alla quinta, e compito dell’insegnante sarà tradurre il lavoro in modo che sia adeguato all’età.

DALL'UVA AL VINO (LA CLASSE PRIMA)

Interessante esperienza didattica in classe prima

LA CLASSE SECONDA

LA CLASSE SECONDA

Clicca per vedere un breve video che riprende alcune delle quotidiane attività svolte in classe.

 

LA CLASSE TERZA. LABORATORIO DI STORIA

LA CLASSE TERZA

Clicca sul titolo per vedere un breve video sul laboratorio di storia svolto dalla classe

LA CLASSE QUARTA

LA CLASSE QUARTA

Clicca sul titolo per vedere un breve video che riprende alcune delle quotidiane attività svolte in classe.

LA CLASSE QUINTA

LA CLASSE QUINTA

Clicca sul titolo per vedere un breve video che riprende alcune delle quotidiane attività svolte in classe.

ATLETI IN ERBA

ATLETI IN ERBA

La scuola S. Martino per le classi prima e seconda, compatibilmete con il meteo, è solita far trascorrere il settimanale appuntamento di attività motorie presso i campi sportivi di Via Bergamo.

I bambini mostrano sempre grande apprezzamento e soddisfazione nel poter svolgere i giochi e gli esercizi di educazione fisica in un luogo aperto, con spazi adeguati e attrezzature destinate ad atleti professionisti.

Come dar loro torto ?

Se vuoi saperne di più, sfoglia la foto gallery.

 

EXPLORATORI ALLA RISCOSSA

Exploratori alla riscossa.

I bambini di seconda hanno fatto visita al museo scientifico "Explorazione" di Treviglio. In compagnia delle guide e del personale del museo hanno percorso un bellissimo viaggio fra scoperte, strumenti scientifici ed esperimenti.
Una parte fondamentale, divenuta poi oggetto di un laboratorio didattico, è stata la conoscenza del meraviglioso mondo delle api.

I NOSTRI MARTEDI' SPORTIVI (LA SECONDA)

Clicca sul titolo per vedere un breve video che riprende alcune delle quotidiane attività svolte in classe.

IL CALENDARIO

Mercoledì 12 settembre 2018: inizio lezioni scuola primaria

Venerdì 7 giugno 2019: termine scuola

Festività e sospensione delle lezioni:

  • tutte le domeniche
  • giovedì 1 novembre 2018, festa di tutti i Santi
  • sabato 8 dicembre 2018, festa dell’Immacolata
  • da sabato 22 dicembre 2018  a domenica  6 gennaio 2019 vacanze natalizie (rientro lunedì  7 gennaio 2019)
  • giovedì 28 febbraio 2019, festa  Madonna delle Lacrime
  • da lunedì 4 a martedì 5 marzo 2019 vacanze di carnevale (rientro mercoledì 6 marzo 2019)
  • da giovedì 18 aprile a sabato 27 aprile 2019 sospensione delle lezioni per vacanze pasquali e anniversario liberazione (rientro lunedì 29 aprile 2019)
  • mercoledì 1 maggio 2019 festa del lavoro

 

ORARI

Le famiglie possono scegliere tra una settimana corta e una settimana lunga.

settimana lunga:

da lunedi a venerdi 8.10/13.00

sabato 8.10/12.00

settimana corta:

da lunedi a venerdi 8.10/13.00

lunedi e martedi 14.05/16.00

L'ingresso nella scuola è possibile dalle ore 7.45. 

Si raccomanda la massima puntualità.

 

LA GIORNATA

7.45-8.10           accoglienza

8.10-8.30          saluto, canti, preghiera e buona giornata (in salone). Momento della meraviglia per le Unità di Apprendimento comuni

8.30-10.30        attività didattiche in classe

10.30-10.45      intervallo preferibilmente all'aperto

10.45-13.00      attività didattiche in classe

13.00-14.00      pranzo

14.00-16.30      laboratori e after school classes

Offerta formativa

IL PERCORSO DELL’APPRENDIMENTO

Negli anni abbiamo maturato un percorso meditato e coerente condiviso ormai da una vasta comunità professionale (anche se sempre pronto a una verifica sul campo), che assume diverse declinazioni a seconda del grado di scuola a cui si applica. Esso si basa sempre su 5 tappe fondamentali:

  • La meraviglia dell’inizio

Il cammino dell’apprendimento comincia sempre con un contraccolpo rispetto a una esperienza proposta dal maestro

  • L’argomentazione

Il bambino si lascia "colpire" dall’evento e libera le domande

  • Le abilità

Per compiere il cammino della conoscenza occorrono gli strumenti, i linguaggi e le discipline

  • La realizzazione finale

Un prodotto conclusivo che faccia memoria di tutto il cammino dell’apprendimento: un cartellone, un libretto, una rappresentazione teatrale, una verifica guidata, un video, un’osservazione scientifica o naturalistica, un disegno, ecc…

  • La competenza

Al termine del percorso vi sono le condizioni necessarie ad una reale competenza che è una capacità nuova e personale di iniziativa nei confronti del reale, vera conoscenza.

 

Molta attenzione comunque viene posta affinché al termine dei cinque anni gli alunni possiedano un metodo di studio che permetta loro di affrontare con profitto il successivo iter scolastico.

L’esito che si cerca di perseguire è una conoscenza personale e perciò duratura e solida e, insieme, una grande curiosità e apertura nei confronti di tutti gli aspetti del reale. 

 

LE SCELTE DIDATTICHE

  • scelta del docente prevalente di classe, cosicché i bambini siano più facilitati a paragonarsi con una proposta unitaria;
  • sviluppo dell'insegnamento della lingua inglese attravero un programma dedicato (scuola dell’infanzia: 1 ora settimanale; scuola primaria: classe I e II ore 2 – classe III e IV ore 3 – classe V ore 4), sempre più necessario per un veloce e sicuro inserimento nella attuale società:
  • accoglienza, nei limiti di un equilibrato lavoro di classe, dei bambini portatori di handicap, seguiti da docenti di sostegno titolati, ma sempre inseriti nella comune attività didattica (progetto di inclusività)
  • Spazi adeguati e curati per favorire tutte le attività dei bambini. Gli ambienti, ovviamente, sono privi di barriere architettoniche e provvisti dei servizi previsti dalle vigenti normative
  • disponibilità, secondo quanto previsto dalle disposizioni ministeriali, all'inserimento di bambini nati nei primi mesi dell'anno successivo a quello di riferimento (anticipo)
  • utilizzo graduale dello strumento informatico, inserito nel lavoro in alcune attività didattiche e non oggetto di disciplina autonoma 
  • attività di educazione fisica svolta presso la vicina struttura sportiva e/o piscina comunale in base al progetto elaborato (e comunicato) di anno in anno dal Collegio Docenti.